Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 

Clamorosa svolta nelle indagini dell'osservatorio militare permanente - vedi: Uranio o Vaccini

L'Uranio è innocente.
L'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) l'ha assolto a marzo dello scorso anno, in un rapporto di 43 pagine compilato da una task force di quattro esperti.
Per le vittime di Uranio, spuntano nuovi colpevoli. Una svolta eclatante, in cui trovano giustificazione anche le indagini del Ministero della difesa.
Franco Mandelli, l'ematologo presidente della commissione scientifica, precisava quasi un anno fa che non erano state "riscontrate contaminazioni di acqua, latte, viveri, edifici ed oggetti" e che "la letteratura scientifica non documenta una correlazione tra i linfomi non Hodgkin e l' esposizione alle radiazioni da uranio".
Cicli di vaccinazioni selvagge: potrebbero essere questi ad aver ucciso i militari impiegati in Bosnia e non.
Ormai da un anno l'osservatorio militare permanente coordinato dal maresciallo Domenico Leggiero, ritiene di aver in mano le prove di questa verità.
"Secondo le direttive del Ministero - rivela Leggiero - le dieci vaccinazioni avrebbero dovuto essere eseguite sui ragazzi almeno 28 giorni prima della loro partenza, (NdR: oltre a quelle che hanno ricevuto da piccoli). Al contrario, i militari sono stati vaccinati sul posto, con richiami fino a un anno".
Le sostanze tossiche presenti nelle fiale di vaccino, insomma, interagendo con un ambiente contaminato avrebbero agito da attivatori di malattie. Una verità sostenuta da centinaia di studi medico - scientifici, che dimostrano il collegamento tra i linfomi non Hodgkin e le sostanze contenute nelle vaccinazioni e da un'indagine commissionata dal Pentagono oltre un anno fa e che dimostrava altri due assiomi scientifici.
Il primo: "l'Uranio è poco radioattivo (il 40% in meno rispetto all'uranio normale, contenuto nell'aria, nell'acqua e nel cibo che si consuma ogni giorno)".
Il secondo: "l'uranio impoverito - si leggeva nel rapporto -, per tossicità, è simile al nickel. L'inalazione o l'assunzione di polveri può provocare effetti collaterali. Ma come qualsiasi altra sostanza chimica tossica".
Quella dell'osservatorio militare è peraltro molto più di un'ipotesi. E sono già scattate le richieste di risarcimento.

Autore delle perizie di parte è un medico di prima linea, dott. Massimo Montinari, il primo in Italia ad essersi occupato delle complicanze da vaccino, sin dal '94, e che attualmente risulta tra i maggiori esperti del settore.
I casi eccellenti sono almeno due. Il primo riguarda il decesso di Andrea Antonacci, sottufficiale dell'esercito di Firenze, uno dei primi ad essere deceduto dopo la missione in Bosnia.
I controlli sanitari effettuati prima della sua partenza per la Bosnia evidenziano che fino all'espatrio, il giovane aveva goduto di buona salute.
A dicembre 1998, quando era già a Sarajevo, il giovane aveva presentato dei sintomi similinfluenzali. Nonostante il suo stato di salute non fosse migliorato nei mesi seguenti, a febbraio, era stato sottoposto alla vaccinazione antiepatite B.
Rientrato in Italia, verso la metà di giugno '99, all'Ospedale Careggi di Firenze, il ragazzo aveva deciso di sottoporsi ad esami radiologici.
Di lì l'amara scoperta: era affetto da Linfoma non hodgkin a grandi cellule B. Un'insufficienza cardio-respiratoria lo aveva stroncato a dicembre 2000.
Montinari non ha dubbi: potrebbero essere stati i cicli massicci di vaccinazioni cui il militare era stato sottoposto, ben 9 nell'arco di appena due mesi.
E cita, a sostegno della sua tesi, almeno un centinaio di studi scientifici internazionali. E i vaccini sarebbero, sempre secondo Montinari, i responsabili del diabete mellito contratto da un altro militare, un sergente maggiore sardo, anch'egli coinvolto nelle operazioni di Sarajevo nello stesso periodo.
Le tredici vaccinazioni cui il militare era stato sottoposto in un anno avrebbero apportato al suo organismo 1269 microgrammi di alluminio per ogni litro di sangue e 116.74 microgrammi/litro di mercurio.
Dosi lesive, se si considera che la quantità di mercurio sopportabile da un adulto in un ambiente sano è pari a 5 -20 microgrammi per ogni litro di sangue e quella di alluminio a 6 -11 microgrammi / litro di sangue.
Quelle recenti di "Uranio" sarebbero le ultime di una lunga lista di vittime generata dai vaccini al veleno. 
Montinari sostiene di avere al vaglio almeno una ottantina di cartelle cliniche appartenenti a militari impregnati in operazioni oltre Oceano, negli ultimi dieci anni. 
"La medicina legale in Italia - sostiene il medico - sta cambiando atteggiamento sulle correlazioni tra cause da vaccino e insorgenza post vaccinale, rivalutando la quantificazione del danno biologico per i  militari".
 Nell'attesa, al danno si aggiunge la beffa: per tutti i militari colpiti da malattie più o meno gravi a seguito di vaccinazioni massicce subite per operazioni oltre Adriatico, l'unico provvedimento dell'esercito è stato il loro "licenziamento".
By Anna Leogrande

Conclusioni finali della Commissione del Senato Italiano, sull'Uranio impoverito ? NO sono i vaccini !


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano
Al Presidente del Consiglio Romano Prodi
Al Ministro della Salute Livia Turco
Al Presidente del Senato Franco Marini
Alla Presidentessa delta Commissione d'inchiesta sull'uranio impoverito, Senatrice Lidia Brisca Menapace

La stampa, la televisione non ne parlano, i politici sono quasi completamente assenti.
Questo silenzio fa sorgere molti dubbi, il motivo è che la verità sui Vaccini somministrati ai militari è molto scomoda. Ci sono decine e diecine di morti e migliaia di ammalati.
Bisogna partire da loro. Dove sono stati, cosa hanno fatto, di cosa si sono ammalati: il tempo che e’ intercorso tra la somministrazione dei vaccini e la malattia, ed il tempo che intercorre tra l'esposizione all'uranio impoverito e la malattia.
Cosa può giustificare una malattia così acuta, considerando che molti di questi ragazzi non sono mai stati a contatto con l'uranio, sia sul territorio nazionale o all'estero dove non era mai stato usato uranio, o dove si era sparato ma tutto era coperto di neve durante la loro permanenza.
Non so se l'uranio possa aggredire e saltare addosso solo i militari italiani, tanti di questi ragazzi appena arrivati nei Balcani avevano già i sintomi della malattia (vedi seduta 27 ott, 2005 il militare tuttora ammalato dopo tre settimane accusava il sanguinamento delle gengive uno dei primi sintomi prima della comparsa del linfoma, assieme al severo dimagrimento e stanchezza, che accomuna tutti questi ragazzi e come dice giustamente il Generale Greco in Commissione, l'uranio non da in cosi breve tempo queste patologie (seduta n° 4)

Io mamma di Francesco accuso tutti coloro che non hanno reso giustizia ai ragazzi che non ci sono più, a quelli ammalati a quelli che continuano ad ammalarsi.
Accuso a chi volutamente ha dirottato tutto sull'uranio impoverito, accuso il comportamento dello Stato Italiano, di chi sa e tace e di chi non sa e dice solo eresie. Non e’ vero che il problema delle vaccinazioni era sconosciuto dalla commissione d'Inchiesta prima della mia audizione del primo dicembre 2005;
1) Molti senatori sapevano che già dal 2001 in Senato era stato detto di sospendere il cocktail dei vaccini killer ai militari.
2) Nella Commissione Mandelli si era parlato di somministrazioni errate dei militari.
3) Leggere con attenzione le sedute di mercoledì 4 maggio 2005 pag 16 e 17 ecc.
mercoledì 11 maggio 2005 pag  5 ecc - 26 maggio 2005 pag  9  - 31 dicembre 2005 (sospensione vaccino Morupar).
4) Leggere con attenzione la seduta di giovedì 22 settembre 2005 tutta (parlato ampiamente dei vaccini).
5) Dopo la seduta del 1 dicembre 2005 viene istituita una seduta relativa alle problematiche sulle vaccinazioni
6) 19 gennaio 2006;   il consulente chiave afferma di aver consegnato un rapporto relativo alle vaccinazioni (vaccini che poi furono sospesi o modificati). Rapporto al quale sembra che nessuno abbia dato importanza.
Tutti questi "nessuno" che non hanno voluto e non vogliono fare chiarezza, che non vogliono la verità sono elencati nella copertina di un libro che vedono attraverso "Un'Italia Impoverita ".

Tutti questi "nessuno" i loro figli li hanno a casa, mentre noi mamme di Francesco, Antonio, Salvatore, Luca ecc. e ancora per oltre 40 nomi, la sera il letto nella camera dei nostri figli è VUOTO.
Figli che hanno sofferto pene atroci, disumane, sofferenze inimmaginabili, illusioni e disillusioni di trapianti che non attecchiscono, di una malattia provocata che inesorabilmente ricompariva spegnendo tutto ciò che un ragazzo di 20 anni ha davanti a se’.

Lo Stato che li ha seppelliti dopo averli beffati e umiliati, adesso si assuma la responsabilità di fermare chi ancora continua ad uccidere.
Lo Stato che li ha definiti "stressati" , ma Signor Presidente al momento dell'arruolamento non erano sani fisicamente e psicologicamente ! Basta con queste commissioni politiche e spendi soldi.
Rendete e fate giustizia ! Aiutate e sostenete i ragazzi ammalati.

PONETE UNA CORONA D'ALLORO SULLE TOMBE DEI RAGAZZI DECEDUTI " E' DOVEROSO".
E pertanto chiedo di essere audita in Commissione d'inchiesta sull'uranio impoverito.
Ringrazio chi mi ha creduta e sostenuta. Ringrazio a chi mi ha scritto questi due commenti:

1) …..E Speriamo che possa giungere una risposta degna di questo nome....
La verità di stato si cela sempre dietro tante tendine da scoprire piano piano....
Non è giusto.

2) Francesco hai combattuto una guerra... Hai perso in questa esistenza....Ma tu eri vita....E' stata
la guerra Più dura che un uomo abbia potuto combattere... E dovunque tu sarai, tu sei sempre un vincitore e loro i perdenti...
Inviato il 19.11.2005

P.S.
Per chi legge attentamente tutte le sedute della commissione presieduta dal Presidente Paolo Franco troverà tutte le risposte che portano ad una sola verità.
ILLmo Signor Presidente allego copia della lettera pubblicala nel 2005 su alcuni giornali Nazionali per il Presidente Ciampi dal quale non io mai avuto risposta, e da allora ad oggi i ragazzi ammalati sono il doppio.

Ringraziandola e umilmente scusandomi se nella mia rabbia possa averla ingiustamente offesa.
Riporto nel salutarla , la prima riga del commento inviatomi "speriamo che possa giungere una risposta degna di questo nome.
Con Osservanza
Per un Gruppo di mamme:
by Passaniti Santa,
vedi sua intervista:
URANIO impoverito ? NO sono i Vaccini  +  Contenuto dei Vaccini  Come si producono i Vaccini

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

DITE  la VERITA'
Sono la signora Santa Passaniti, mamma di Francesco Finessi, militare in territorio italiano ammalato di linfoma non Hodgking durante la vita militare. Un anno di malattia atroce e decesso avvenuto in data 1 DICEMBRE 2002, oggi sono cinque anni.

Non sto inviando questo messaggio per sentirmi rispondere "Mi dispiace", ma per fare un appello affinche’ venga fuori la verità che voi tutti sapete.
I militari arrivavano in Kossovo già ammalati, e voi io sapete bene che la causa sono i vaccini, tanto è vero che sono i militari rimasti in territorio nazionale ad essere i più colpiti.
Quando la verità sarà conosciuta da tutti il vostro accanimento sulle nano-particelle finirà proprio in polvere, e fate attenzione a non essere contagiati perché il rimorso per aver fatto ammalare altri ragazzi vi perseguiterà a vita.

Cara senatrice, non sono da sola, altre famiglie sono a conoscenza del perché i loro figli si sono ammalati e sono deceduti. Siamo appoggiati da studiosi-scienziati-ematologi che accusano apertamente !e vaccinazioni, e procure di tutta ltalia che stanno indagando.
Vi invito a guardare il video di Striscia la Notizia del 20 novembre 2007, reperibile sul sito del programma, capirete molte cose.
Senatrice, lei ha preso a cuore la storia dì tutti questi ragazzi e la loro sofferenza, ma non sta ridando loro dignità e giustizia, non li sta aiutando, si sta fermando al primo ostacolo, l'uranio...
Continui a cercare, faccia dì tutto perché la verità venga a galla, parlate dei vaccini adesso.
A presto. Santa Passaniti, vedi sua intervista:
URANIO impoverito ? NO sono i Vaccini 

Risposta By Franca Rame - 03/12/07, postata sul suo Blog
Gentile Signora Santa, come non raccogliere le Sue giuste osservazioni e preoccupazioni ?
La commissione aveva già in passato iniziato a studiare gli effetti dei vaccini, e continua ancora su questo fronte, così come continua a non escludere altre possibilità.
Tuttavia, si continua a considerare tutti i fattori in sinergia, come leggerà nell'articolo della Dott.ssa Gatti, una delle maggiori esperte in materia.
un saluto cordiale
By Franca Rame