Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


ADHD - RITALIN e suoi gravi  DANNI
Ecco il recente studio che ha coinvolto più di 17.000 bambini fino a 19 anni
Questo studio-indagine attualmente in corso è stato avviato dall’omeopata Andreas Bachmair.

Premi in denaro ai medici che vaccinano...
 

DIFFONDERE ad: Amici, parenti, conoscenti
COMUNICATO STAMPA del COMITATO DEI CITTADINI per i DIRITTI dell'UOMO

vedi: Ritirata esavalente in 19 paesi d'Europa nel 2012, ma NON in Italia  + Corrotti e Corruttori x i vaccini ! + Terrorismo Mediatico  +
  Disfunzioni dello Sviluppo + ADHD 1

C¹è qualcosa di peggio della pedofilia ? Si......Il Ritalin entra nel mercato farmaceutico italiano.

 Dopo l'approvazione avvenuta all'inizio di questo anno, un nuovo psicofarmaco, "dedicato" ai bambini, si appresta a invadere anche il mercato italiano.  Nonostante alcune dichiarazioni improntate alla prudenza, rilasciate  recentemente da esperti nel settore, il timore che col passare del tempo  accada anche in Italia quanto è già avvenuto e sta avvenendo negli USA e in  altre nazioni europee è forte. Utilizzato per contrastare una malattia di assai dubbia esistenza,  denominata:
"Disturbo da deficit di attenzione e iperattività" (in sigla  ADHD), questo farmaco all'estero è ormai somministrato a larghissime fasce delle popolazione dei bambini. 
Nei soli USA i bambini sotto terapia erano già mezzo milione nel 1985, un milione nel 1990, e sono 6 milioni oggi: il  12-13% dell'intera popolazione infantile scolastica di quella nazione.  
Siamo di fronte in realtà non alla diffusione di una malattia, ma ad una strategia di marketing, che nulla ha a che vedere con la scienza. 
Nel 1980 alcuni psichiatri affermarono che esisteva una nuova malattia  psichiatrica dell'infanzia, un disturbo che colpiva i bambini e che consisteva essenzialmente nel fatto che questi (i bambini malati) erano distratti, disattenti e molto, troppo vivaci. 
E' bene ricordare che la definizione di una nuova malattia nel DSM (Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali: il testo di riferimento per tutto il mondo occidentale) non richiede vere prove scientifiche, ma si basa sul parere degli esperti, che votano: un sistema molto democratico, che nulla ha a che vedere con la scienza. 
Nel DSM ci sono due liste di comportamenti o atteggiamenti, per fare la diagnosi è sufficiente che chiunque compili le liste, osservando il bambino: bastano SEI risposte affermative su 9.
Le domande (riferite a bambini di due - cinque anni) sono:

 - "muove spesso le mani o i piedi o si agita sul sedile ?"
 - "è distratto facilmente da stimoli esterni ?"
 - "ha difficoltà a giocare quietamente ?"
 - "spesso chiacchiera troppo ?"
 - "spesso spiattella delle risposte prima che abbiate finito di fare la domanda ?"
 - "spesso sembra non ascoltare quanto gli viene detto ?"
 - "spesso interrompe o si comporta in modo invadente verso gli altri; per es. irrompe nei giochi degli altri  bambini ?

 La scientificità di criteri come "spesso" e "frequentemente" deve essere nota da tempo in psichiatria.  
Una volta pensavamo che un bambino scatenato avesse l'argento vivo addosso (così si diceva) e che ciò fosse sinonimo di salute e benessere. La psichiatria ci dice che ciò deve essere rivisto: questi sono bambini malati. 
Lo scopo è unicamente quello di vendere le proprie prestazioni e specialmente un farmaco (come è accaduto negli USA e sta accadendo in varie nazioni europee: Inghilterra, Germania, Svezia, Svizzera, ecc.) e mettere sotto terapia psicofarmacologica decine di migliaia di pazienti in  tenerissima età. Il primo Maggio del 2000, negli USA è stata presentata una importante denuncia (nel Texas) contro la Associazione Psichiatrica Americana, la Associazione per il Disturbo da deficit di attenzione e iperattività e la  azienda farmaceutica che produce il Ritalin. 
Sono accusate di avere: "pianificato, cospirato e essere colluse al fine di creare, sviluppare e promuovere e confermare la diagnosi della malattia  ADHD, al fine di vendere il prodotto Ritalin".  
Nel settembre del 2000 altre cinque denunce similari sono state presentate  nello Stato della
California. Siamo in attesa dei processi.

Avvertiamo quindi i genitori: se venissero a dirvi che il vostro bambino presenta questo "disturbo" e che deve essere "trattato", non fidatevi e soprattutto non date al bambino nessun farmaco !
Rivolgetevi casomai a qualche medico che non partecipa a questo sordido piano. 
Vi preghiamo inoltre di segnalarci ogni caso che avessero occasione di osservare. 
Non vogliamo che ciò che è accaduto all'estero, accada anche in Italia. Useremo ogni mezzo legale per contrastare questa ignominia. 
Poiché la strategia per arrivare a "convincere" la popolazione dell'esistenza e dell'ampia diffusione di questa nuova "malattia", nonché  della necessità di ricorrere alle "opportune cure", si fonda (così è avvenuto negli USA e altrove in Europa) sull'uso a tamburo battente di ben orchestrate campagne media, al fine di contrastare ciò (qualora dovesse accadere), la nostra associazione si impegna a pubblicizzare in ogni modo lecito i nomi di tutti coloro che in qualsiasi ruolo (giornalistico, politico, amministrativo, ecc.) partecipino a tale campagna. I nomi e cosa hanno fatto (azioni documentate) saranno esposti su un sito internet (in allestimento).

Mi sono chiesto una volta, di fronte a un fatto orrendo, se esistesse qualcosa di peggio della pedofilia. Sembra proprio che non esista limite al peggio: qui non si tratta di rovinare un bambino, ma milioni di bambini; se non li fermiamo forse anche del futuro della nostra società, poiché il futuro è nelle mani dei bambini.
Dott. Roberto Cestari - Ccdu.milano@tiscalinet.it

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Bimbi rovinati dai vaccini ! - USA:
A scuola con le pillole. Iperattivi. Più di quattro milioni di bambini americani sarebbero affetti da Adhd, «disordine di attenzione per iperattività». Che si cura con stimolanti e antidepressivi, Prozac e Ritalin. Psicofarmaci che possono dare assuefazione

Quando cominciano le scuole, i genitori europei si precipitano nella cartolibrerie, quelli americani in farmacia. Per i figli, i primi comprano libri di testo, zainetti, quaderni, e tante penne. I secondi si riforniscono di Prozac, Zoloft, Paxil, Adderal, Dextroanfetamina, e soprattutto tanto, tanto Ritalin.
Sono questi farmaci che "si suppone" riducano i sintomi dell'Adhd, un disordine mentale che, secondo le autorità, colpisce più di un bambino su dieci negli Stati uniti. L'Adhd (Attention Deficit Hyperactivity Disorder) è il «disordine di disattenzione per iperattività».
Che sarebbero i sintomi dei bimbi che un tempo avremmo chiamato «vivaci», «discoli», «marmocchi con l'argento vivo», i frugoletti indisciplinati in classe. Infatti basta interrompere un grande, rispondergli prima che abbia finito la domanda, non riuscire a stare seduti a lungo, tamburellare le dita o dondolare i piedi, ed ecco che ti ritrovi catalogato con la sindrome Adhd.
Subito ti viene prescritta una cura a base di stimolanti (Ritalin) o antidepressivi (Prozac).
Sembra paradossale che l'iperattività venga placata con uno stimolante (un metilfenidato come il Ritalin) che è un'anfetamina. Ma l'uso degli stimolanti per controllare la condotta dei bambini fu approvato per la prima volta negli Usa a metà degli anni 1950.
Contro la cura dei bambini per mezzo di stimolanti, le prime audizioni critiche furono tenute dal Congresso degli Stati uniti nei primi anni 1970 quando circa 100-200.000 bambini venivano trattati con questi farmaci.
Ma il boom dell'Adhd risale agli anni 1990. Nel novembre 1999 la Us Drug Enforcement Administration (Dea) avvertì che dal 1990 al 1995 l'uso del Ritalin si era sestuplicato.
Nel 1995 un'organismo dell'Oms (Organizzazione mondiale della sanità), l'International Narcotics Control Board (Inbc), deplorò che «negli Usa dal 10 al 12% dei ragazzi tra i 6 e i 14 anni sono stati diagnosticati come ammalati di Adhd e curati con Ritalin». La tendenza è proseguita anche dopo il 1995.

In particolare, sempre per i bambini e i ragazzi, si sono ulteriormente triplicate le prescrizioni di stimolanti; si sono più che raddoppiate quelle di antidepressivi. Negli Usa si smercia circa il 90% del Ritalin venduto nel mondo dalla Novartis, il colosso farmaceutico svizzero nato nel 1997 dalla fusione tra Sandoz e Ciba-Geigy. E continuano a crescere i bambini trattati con queste medicine: uno studio ha indicato che in Virginia il 20% dei bambini alla fine delle elementari riceveva stimolanti durante il giorno dal personale scolastico.
Un altro studio in North Carolina mostra che sull'insieme di tutte le età, il 10% dei bambini riceveva stimolanti o a casa o a scuola. Per i maschi le percentuali arrivavano al 15%. Su 40 milioni di alunni iscritti nelle scuole Usa almeno 4 milioni prendono stimolanti.
La prescrizione di stimolanti per bambini compresi tra i 2 e i 4 anni si è triplicata, nonostante il foglietto d'accompagno dica che il Ritalin è controindicato sotto i 6 anni. L'aspetto più enigmatico dell'Adhd è che, come dice pudico lo stesso foglietto, «un'adeguata eziologia di questa sindrome è sconosciuta e non esiste un'analisi clinica in grado di diagnosticarla».
Poiché l'eziologia è lo studio delle cause di un morbo, la formulazione diplomatica dice in soldoni che nessuno sa se quest'insieme di sintomi («l'argento vivo») sia una malattia o no, e per quali motivi. Già nel 1998 una commissione di esperti ha trovato che il metodo corrente per diagnosticare l'Adhd si è rivelato elusivo. Cioè non conclusivo.
Altro punto problematico è il diverso atteggiamento dai due lati dell'Atlantico: un opuscolo per gli insegnanti ammette che «l'Adhd è diagnosticato molto più spesso negli Usa che in Europa, e la strategia a base di farmaci è di gran lunga più usata negli Usa». Nelle scuole europee i bambini venivano «curati» a bacchettate sulle mani, a lunghi soggiorni dietro la lavagna, o a sospensioni: «sorvegliare e punire», non «medicare».
Ma anche oggi la società europea vede in questi comportamenti un problema di «buona condotta» e perciò di disciplina, invece che di malattia mentale. Un ricercatore ha studiato due classi di bambini, una in Inghilterra (Oxfordshire) e una negli Usa (Massachusetts).
Negli Usa l'Adhd era diagnosticato al 3-5% degli scolari, mentre in Inghilterra a meno dell'1%, eppure la ricerca non trovava differenze di comportamento rilevanti tra i bambini inglesi cui non era diagnosticato l'Adhd e quelli statunitensi che invece venivano curati con Ritalin per deficit di attenzione. L'Adhd costituisce perciò l'esempio perfetto di quelle che il filosofo della scienza canadese Ian Hacking (oggi ordinario al Collège de France a Parigi) chiama «malattie mentali transitorie» come era l'isteria a fine `800 e come sono oggi la personalità multipla, l'anoressia, la sindrome da affaticamento cronico: cioè «una di quelle malattie che compare in un dato momento, in un dato luogo, per poi sparire.
Può diffondersi da un posto all'altro e ripresentarsi in momenti diversi. Può colpire una certa classe sociale o gli individui di un solo sesso, e privilegiare le donne povere o gli uomini ricchi ...». E in effetti l'Adhd colpisce una riva dell'Atlantico e non l'altra. Colpisce molto più i maschietti che le femminucce (tra i primi sarebbe 5-7 volte più frequente che tra le seconde). Colpisce in modo asimmetrico le classi sociali, per cui sembra che in fase prescolare siano molto di più i bambini indigenti a essere diagnosticati per Adhd, mentre in età scolastica sono i ceti medi e i rampolli ambienti che vengono impasticcati di Ritalin.
Il fatto è che, di fronte ai «bambini difficili», in un ambiente familiare e sociale anch'esso «difficile», i medici preferiscano prescrivere psicofarmaci a buon mercato, piuttosto che un rimedio costoso, come trovare qualcuno che segua questi bimbi con più assiduità: il Ritalin costa meno del welfare e di un buon asilo nido. In questo senso, le moderne prescrizioni non sono molto diverse da quegli sciroppi all'oppio che nell'800 le mamme ammannivano ai figli per farli smettere di piangere e, infine, addormentarli.
 Invece, nel caso degli scolari, il fattore sociale s'inverte: sembra che qui facciano più ricorso agli psicofarmaci le classi agiate perché sono le famiglie ricche a pretendere dai propri figli che abbiano buoni voti e vadano bene a scuola.
La sindrome Adhd sembra perciò rientrare in un fenomeno molto più generale della società moderna, quello di incasellare a forza i vari problemi in categorie disciplinari.
Ogni caso «difficile» o «irregolare» deve essere di pertinenza di un apparato. Se non può essere di pertinenza della magistratura e dell'apparato repressivo (se non può venire cioè inserito a forza in una categoria giuridica), allora va affidato all'apparato sanitario e va fatto rientrare in una categoria medica. Siccome un bambino «difficile» tra i 2 e i 4 anni fino a oggi (ma per quanto?) non può essere processato, allora bisogna trovargli una sindrome specifica e una terapia medica.
Ogni comportamento sociale deve avere la sua origine in un fattore fisiologico: un disordine mentale, una specifica malattia, anche se poi gli stessi medici americani ammettono che «i bambini con Adhd mostrano considerevole abilità nelle prove artistiche». E' quello che in epistemologia viene chiamato riduttivismo, lo stesso atteggiamento per cui l'omosessualità sarebbe dovuta a un gene e ci sarebbe un gene della criminalità, uno dell'obesità e uno dell'umorismo (gene che manca del tutto a chi formula queste teorie).
Ma anche ammesso che il deficit di attenzione (la sbadatezza si diceva una volta) sia una malattia e non un'indole, resta da dimostrare che i benefici del Ritalin bilancino i suoi controeffetti.
Uno studio pubblicato dal Canadian Journal of Psychiatry (ottobre 1999) indagava su 192 bambini diagnosticati Adhd. 98 di loro ricevevano un trattamento di Ritalin, e tra loro il 9% ha evidenziato sintomi psicotici che sono poi spariti appena il trattamento è cessato.
Nessuno degli altri 94 bambini (che non erano stati medicalizzati) ha mostrato sintomi psicotici. D'altronde l'Istituto nazionale statunitense di salute mentale (Nmhi) consiglia ai genitori di far prendere ai bambini delle vacanze dalla medicina («drug» in inglese) durante le vacanze scolastiche.
Per di più, il Ritalin è diffusissimo nei college perché gli studenti possono procurarselo su prescrizione medica: un ragazzo l'ha chiamato «la cocaina dei poveri». Come ha scritto per il New York Times un'autrice che si era accorta di essere diventata una tossica di questo farmaco, «Qualunque cosa di buono faccia il Ritalin per aiutare a ricentrare chi ha problemi di attenzione, la fa per una ragione semplice, che è un'anfetamina.
Infatti il Ritalin è più o meno la stessa roba che è venduta come speed per la strada. Mentre la gente si stupisce dell'effetto paradossale che permette a uno stimolante come il Ritalin di calmare un bambino sbarazzino, questa reazione è perfettamente logica: lo speed alimenta un'intensa capacità di concentrarsi con calma».
Tutti negano che il Ritalin dia assuefazione, ma lo stesso Nmhi, quando elenca i «miti» e la «realtà», conclude.
Mito: Il trattamento dovrebbe essere interrotto quando il bambino raggiunge l'adolescenza.
Fatto: Neanche per idea ! Circa l'80% di chi aveva bisogno della medicina da bambino, ne ha ancora bisogno da adolescente e la metà ne avrà bisogno da adulto».
Se penso che da bambino ero irrequieto, avevo l'argento vivo, e ho spesso avuto sette in condotta, mi dico che l'ho scampata bella a essere nato prima e altrove, rispetto ai bambini che crescono oggi negli Usa: sarei ancora, e per tutta la vita, sotto psicofarmaci.


Commento NdR: questi scritti dimostrano e confermano cio' che insegniamo da decenni e cioe' che i Vaccini producono nei soggetti sottoposti a quelle infauste pratiche in-sanitarie, spacciate per tecniche preventive, Malnutrizione con perdita di fattori vitali essenziali alla vita sana, alterazione e perdita di: enzimi, flora batterica autoctona, vitamine, minerali, proteine vitali), oltre alle mutazioni genetiche occulte, immunodepressioni, intossicazioni, infiammazioni e contaminazioni da virus e/o batteri pericolosi che nel tempo possono produrre malattie le piu' disparate ! - vedi: Contenuto dei vaccini

Comunque consigliamo ai genitori che potrebbero avere problemi con dei bambini vaccinati e quindi malati che si presentano come "agitati", perche' hanno infiammazioni intestinali, di riordinare il pH digestivo e la flora batterica intestinale + enzimi + idro colon terapia + micro diete con Alghe Klamat. vedi Cure Naturali

Consulenze e perizie per danni da vaccino dott.  M. Montinari  +  Interrogazione Parlamentare   
Autismo, Vaccini, la prova
-  
Il libro ormai esaurito, del dott. Massimo Montinari
vedi: Bibliografia Danni dei vaccini  +  Bibliografia danni 2  +  1.000 studi sui Danni dei Vaccini +  Big Pharma

Gli anticorpi che dovrebbero essere indotti da un vaccino NON indicano immunità. Ciò che mette molti medici in confusione è che parte della reazione nei confronti del vaccino porta alla produzione di anticorpi. Ciò è falsamente considerato immunità

Strano, ma noi consigliamo a questi malati con danni da plurivaccinazioni, terapie semplici e naturali (senza farmaci) ed i piccoli guariscono in 3 mesi....come mai......
Prima si vaccina e si ammala (si crea il mercato dei malati), poi si offrono farmaci che non risolvono il problema tant'e' che occorre assumerli in continuazione, (si rendono cronici i malati) il che come dichiarato crea assuefazione e quindi le dosi debbono essere aumentate.....(ci si assicura il fatturato per il futuro...) ...e con i vaccini si creano mutazioni genetiche trasmissibili che creano altre ed innumerevoli malattie....che servono oltre a creare mercato ai farmaci, anche creare mercato alla richiesta di denaro pubblico e privato per la ricerca fasulla........sulla cause che essi definiscono essere sconosciute....ma che noi sappiamo che a produrle sono i vaccini......cosa non si fa' per il dio denaro..... e sulla pelle dei popoli ignoranti della terra !