Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


L’ENERGIA
è MATERIA e la Materia è Energia = Informazione
e quest'Ultima e' In-Form-azione (cio' che si sta formando)
e questi due aspetti o lati sono INFORMAZIONE
 

Le onde elettromagnetiche: generale con il termine campo (campo elettrico, campo magnetico, campo gravitazionale...) si intende una porzione di spazio soggetta a determinate caratteristiche, per esempio, il campo elettrico è una zona in cui una carica elettrica è sottoposta a delle forze.

Un campo può essere rappresentato mediante linee di forza che, per definizione, sono le linee tangenti in ogni punto alla direzione del campo in quel punto; per descrivere un campo si devono allora utilizzare grandezze vettoriali definite da intensità, direzione, verso e punto di applicazione.
Le onde elettromagnetiche (o campi elettromagnetici) sono comunemente classificate in base alla loro lunghezza d'onda: lunghezza d'onda = c / f ; dove c è pari a 3*10^8 m/s e corrisponde alla velocità delle onde elettromagnetiche nel vuoto ed f è la frequenza dell'onda considerata.
Si ricorda che la propagazione ondosa è funzione sia della variabile tempo, sia della variabile spazio.
Esse sono caratterizzate dalla lunghezza d’onda, dalla frequenza e dall’ampiezza.
La lunghezza d’onda definisce la distanza fra un picco dell’onda ed il successivo.
La frequenza, misurata in Hz (Hertz) indica il numero di oscillazioni al secondo, cioè quanti picchi d’onda passano nel tempo di 1 secondo.
Un’onda elettromagnetica trasporta una quantità d’energia proporzionale al valore della frequenza, infatti è con la frequenza che variano gli effetti biologici di un’onda.

I processi fisiologici dei corpi viventi, sono basati su correnti ioniche, reazioni biochimiche che coinvolgono trasferimenti elettro-chimici fra le molecole e fra le cellule, azioni potenziali in un tessuto eccitabile (nervi e muscoli) hanno una frequenza di 100 – 1000 Hz ed i numeri di turnover di molti enzimi hanno una frequenza  di 50 Hz, sono interferibili ovviamente proprio dalle frequenze delle onde elettromagnetiche.  
Le frequenze delle onde elettromagnetiche possono coprire un vastissimo range (spettro elettromagnetico), quindi, per semplificare i riferimenti e la terminologia, l'intero spettro è stato suddiviso in intervalli che assumono denominazioni diverse in base alla frequenza, alla lunghezza d'onda e all'utilizzo.

Classificazione generale dello spettro ElettroMagnetico:
Hz = Hertz; unità di misura della frequenza.
Ghz = Gigahertz; miliardi di hertz.
Mhz = Megahertz; milioni di hertz.
Khz = Kilohertz; migliaia di hertz.
ELF = Frequenza estremamente bassa.

Nuove scoperte sui “campi di energia fluida”, (Bill Fogal) ideatore del semiconduttore Fogal, che dimostra per ora sperimentalmente, che le teorie “della fisica ufficiale” sui Campi Elettro Magnetici (C.E.M), dovranno essere riviste alla luce di queste recenti scoperte.
Con un circuito elettronico particolare, questo ricercatore dimostra che i C.E.M. hanno caratteristiche più complesse e nascoste agli attuali strumenti scientifici di indagine e di analisi dei C.E.M.
Vi si possono evidenziare particolarità energetiche “nascoste” che però presentano delle caratteristiche estremamente interessanti, quali per esempio l’utilizzo di forme di energia illimitate DC (corrente continua) ed AC (corrente alternata) senza il caratteristico passaggio nella fase termica del calore  e quindi di dispersione dell’energia stessa.
E’ stato notato anche che il C.E.M. nasconde all’interno di se stesso un campo negativo con frequenze modulabili che registrano dati che possono essere letti con nuove apparecchiature elettroniche che abbiano caratteristiche inusuali, ma congeniali e funzionali alle scoperte fatte da Bill Fogal.

Perché parliamo di queste scoperte, perché si dimostra con ciò che i Campi E.M. possiedono possibilità di registrazione e di memorizzazione di dati, informazioni e che queste possono essere “leggibili” con appositi strumenti che prossimamente avremo a disposizione; ma tutto ciò dimostra anche che la mente/organo umana ha anche ed in certi casi, la possibilità di poter “leggere” i C.E.M. e quindi di saper interpretare e decodificare le informazioni ricevute dai C.E.M.
Quindi significa che l'Energia e' il "supporto" fisico dell'in-form-azione. Senza energia NON esiste informazione e senza informazione NON esiste energia, sono i due lati di una stessa medaglia e sono inscindibili, e l'informazione e' Spirito, quindi lo Spirito e' insito nell'energia e viceversa.
vedi ad esempio: Proprieta' dell'acqua

Alcuni individui con doti particolari, possono interrogare e leggere i C.E.M. a volontà, se conoscono le metologie/tecniche adatte, altri queste doti le hanno per natura, senza conoscerne il metodo, sanno leggere i campi e decodificare le informazioni ricevute, quindi possono conoscere tutto ciò che nei C.E.M. è stato memorizzato dal vissuto/passato dell’individuo o dell'oggetto analizzato; l'unico problema e' che alle volte la mente del "lettore" del campo, interpreta alle volte molto male le informazioni ricevute e quindi cio' che dice puo' non essere verace.
vedi: Campo Ceu
+ Forme di energia

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

LUCE e MATERIA
Nobel per la Fisica alle interazioni tra luce e materia - 09 Ottobre 2012
È stato assegnato a Serge Haroche e David Wineland il Premio Nobel per la Fisica 2012, per i loro “innovativi metodi sperimentali che permettono la misurazione e la manipolazione di sistemi quantistici individuali”, come recita la motivazione ufficiale.
Niente bosone, quindi, ma sempre meccanica quantistica e fisica sperimentale.
L' Accademia Reale Svedese delle Scienze ha sconfessato tutti i pronostici: i rumors dell'ultima ora, che indicavano in Peter Higgs un potenziale candidato al premio, e le previsioni di Thomson Reuters, l'agenzia di stampa che ogni anno stila un elenco dei papabili.
Ancor prima di parlare dei vincitori, veniamo anzitutto al tema più caldo: perché il Nobel non è andato all'83enne professor Higgs e ai fisici del Cern ? Possiamo formulare una serie di ipotesi in proposito: anzitutto, si tratta di una scoperta troppo recente (sebbene la teorizzazione dell'esistenza della cosiddetta particella di Dio risalga al 1964, solo a luglio 2012 è stato osservato un bosone che gli somiglia parecchio); inoltre, la comunità è ancora in attesa di sciogliere le ultime riserve per confermare che la particella osservata sia esattamente quella prevista dalla teoria. Evidentemente, la commissione ha scelto la strada della cautela nell'assegnazione del premio; in ogni caso, sembra essere solo questione di tempo.
Quando arriveranno le conferme e la scoperta avrà “sedimentato”, probabilmente già l'anno prossimo, nessuno potrà negare il Nobel al fisico statunitense e all'équipe europea.
Ora, la parola ai vincitori. “Non me lo aspettavo neanche io, è una splendida notizia. Appena ho visto sul telefono il prefisso svedese, ho dovuto mettermi seduto”, questo il primo commento di Haroche, che, sostiene, festeggerà il premio con un calice di champagne e poi si rimetterà al lavoro in laboratorio.
Ma chi sono i due scienziati che dovranno spartirsi la torta del Nobel, che vale quasi un milione di euro ? Haroche è un fisico francese, nato nel 1944 a Casablanca, in Marocco. Ha conseguito il dottorato di ricerca nel 1971 all' Université Pierre et Marie Curie di Parigi e attualmente insegna al Collège de France e all' École Normale Supérieure. Wineland, anche lui classe '44, è statunitense, si è dottorato alla Harvard University di Cambridge ed è professore al National Institute of Standards and Technology di Boulder, in Colorado.
I due fisici hanno inventato e sviluppato, in modo indipendente, una serie di metodi sperimentali per misurare e manipolare singole particelle preservandone la natura quantistica, in un modo finora considerato impossibile. Che vuol dire ? Per comprenderlo, è necessario fare appello a una delle leggi fondamentali della meccanica quantistica: il principio di sovrapposizione, secondo il quale una particella può essere in più stati diversi contemporaneamente.
Paradossale, rispetto al mondo macroscopico cui siamo abituati: mentre una mela normale non può essere qui e lì contemporaneamente, per una mela quantistica sarebbe possibile.
I paradossi del mondo dei quanti non finiscono qui: anzi, ora viene il meglio. La sovrapposizione è altamente sensibile all'interazione con l'ambiente, nel senso che ogni osservazione fa sì che la particella quantistica collassi, questo il termine usato dagli scienziati, in uno solo degli stati permessi. È il classico esempio del gatto di Schrödinger: un felino chiuso in una scatola con una fiala di veleno, che viene rilasciato solo se un certo atomo radioattivo, anch'esso all'interno della scatola, decade. Poiché il decadimento è un fenomeno regolato dalla meccanica quantistica, il materiale radioattivo si trova in un indefinito stato di sovrapposizione finché non lo si osserva: e, di conseguenza, anche l'animale sarà contemporaneamente vivo e morto. Aprendo la scatola, il gatto collasserà su uno dei due possibili stati.
In questo contesto si inseriscono i lavori dei neopremiati, che hanno ricostruito lo stato quantistico del “gatto”quando questi viene a contatto con il mondo reale. In particolare, Haroche e Wineland hanno messo a punto una serie di esperimenti con cui sono riusciti a comprendere nel dettaglio come l'atto dell'osservazione e della misura causi il collasso e la perdita dello stato di sovrapposizione. Naturalmente, anziché servirsi di un felino, i fisici hanno utilizzato ioni e fotoni (decisamente meno macroscopici ma comunque abbastanza grandi per gli standard della meccanica quantistica), riuscendo a esaminare e misurare le proprietà di ogni singola particella. Le applicazioni del loro lavoro sono più che promettenti: la realizzazione dei famosi computer quantistici superpotenti e di nuovi orologi atomici centinaia di volte più precisi di quelli attualmente utilizzati.
By Sandro Iannaccone - Tratto da: galileonet.it

Materia, energia, informazione  - Ottobre 2014
Questo perché secondo la fisica quantistica, la materia come la conosciamo non esisterebbe. Infatti, la materia è costituita principalmente da carbonio. Questi atomi di carbonio, contengono un nucleo attorno al quale ruota-si muove, una nube di elettroni.
Ma la distanza tra la nube e il nucleo è considerevole. Come sottolinea Dr. Luc Bodin in una sua documentazione: "Per dare un'idea delle dimensioni di questi elementi, se un nucleo atomico ha le dimensioni di un pallone da calcio, l'elettrone ruota ha circa le dimensioni di una pallina da ping-pong, lontano da esso ad una distanza equivalente all'altezza della Torre Eiffel !” Che, ricordiamo, arriva a 324 metri di altezza.
Il volume dell'atomo è quindi vuoto 99,99%. Ma la cosa più sorprendente è che il nucleo è costituito da protoni e neutroni (nucleoni), che si sono formati da particelle più piccole, i quark, che sono anche prevalentemente composte da vuoto.
La resistenza del materiale e’ prodotta da notevoli forze di attrazione e gravità che legano questi elementi insieme. In sostanza, quindi, il materiale è uno “struttura energetica”. Persino l'uomo non sfugge a questa realtà.

Ma la storia non finisce qui. Perche’ la coppia di energia / materia possa funzionare, ci deve essere l’informazione. Questo è ciò che dà la direzione generale del mondo, è ciò che dà senso che permette il montaggio di piccole particelle singole per fare assemblaggi sempre più complessi e con nuove proprietà, che Jean-Marie Pelt ha chiamato “associatività”.
Tutto cio’ puo essere associato anche e non solo alla medicina, specialmente quella Naturale e quindi anche all’erboristeria.
Quantum terapie, terapie più anziani
La fisica quantistica conferma tre postulati che molte medicine tradizionali già sapevano:
- L'uomo è l'immagine di un mondo che è attaccato,
- siamo tutti noi collegati,
- il corpo è fatto di energia.

In realtà, la medicina cinese, medicina indiana o più farmaci sciamanici considerano l'energia come un elemento essenziale della salute degli esseri umani. Detto questo, le tecniche si sono sviluppate nel corso dei secoli di tradizioni in migliaia di anni, spesso variano e non sono necessariamente d'accordo con l'altra.

Nella medicina cinese, per esempio, i meridiani energetici del corpo li prende in prestito, dove ha trascorso due ore al giorno a turno. 
In questo circuito, oltre al ruolo delle stagioni e la teoria dei cinque elementi. Ogni elemento (terra, metallo, acqua, legno, fuoco) corrisponde a uno (o più) membro (s) dominante (s) (milza, polmone, rene, fegato, cuore), di un'emozione (ansia, tristezza, paura, rabbia, eccitazione) e in una stagione (fine estate, autunno, inverno primavera, estate).
Sono le interazioni tra questi elementi, che permettono il flusso regolare di energia, sono alla base della medicina cinese antica.
La malattia è un blocco del flusso di energia. L’Auscultazione per determinare dove è posto il blocco e come sbloccarlo, sono gli strumenti del terapeuta (massaggio, qi gong, agopuntura, dieta o della farmacopea), per riavviare il flusso di energia.

Nella medicina ayurvedica, l'uomo è composto da un corpo fisico, circondato da diversi corpi energetici che non vediamo. L'energia entra ed esce attraverso i chakra che risale lungo la colonna vertebrale e le nadi che la distribuiscono in tutto il corpo.

In Occidente, queste nozioni straniere, di introdurre una medicina energetica, sono rimaste  a livello di tentativi molto lunghi nel tempo e sono stati ferocemente contrariati.
Così, dopo la seconda guerra mondiale, Antonio Priore (pronunciato Priore), ingegnere elettronico, sviluppa una macchina di radiazione elettromagnetica, che spera con essa di facilitare la coltivazione di ortaggi. Dopo vari riscontri ed esperienze, pensa che la sua macchina è in grado di agire anche sul cancro. La sua scoperta sarà combattuta con forza da parte delle autorità sanitarie, nonostante il sostegno del sindaco di Bordeaux, al momento, Jacques Chaban-Delmas.
L'inventore e’ stato sepolto con la sua scoperta.
Un altro ricercatore, Georges Lakhovsky, ha avuto problemi simili con le autorità della medicina, nonostante il promettente successo del suo oscillatore di onda per il cancro.
I guai di questi scienziati, è stato descritto da Peter Lance nella sua serie di libri best-seller: "Gli studiosi maledetti, i ricercatori esclusi."
Ma la situazione sta cambiando. E l'interesse per le terapie quantistiche cresce tra il pubblico in generale, naturalmente, ma anche fra gli scienziati e le autorità mediche. Ecco perché sembrava così importante fare il punto.
Tratto da: institutprotectionsantenaturelle.eu

HOME

BACK